Banner Top POST

Assemblea cittadina e Consiglio comunale: Comune o AMAP?

Sabato 6 e lunedì 9 marzo

Assemblea cittadina e Consiglio comunale: Comune o AMAP?

Si avvicina il termine ultimo, dopo la proroga del presidente Crocetta, per decidere se affidare la gestione del Servizio Idrico Integrato all’AMAP oppure gestirla in house cioè direttamente dal Comune di Misilmeri.

A tal fine prima del consiglo comunale straordinario indetto per lunedì 9 marzo alle ore 19:00 si terrà, sempre in aula consiliare, un’assemblea cittadina pubblica alla presenza del sindaco e dei consiglieri comunali, sabato 7 marzo alle ore 17:30

Il consiglio comunale dovrà deliberare in merito alla proposta inoltrata dall’autorità ATO1-Palermo tendente ad affidare, in via transitoria ed emergenziale, la gestione del Servizio Idrico Integrato ad AMAP spa.

Saranno presenti anche i dirigenti dell’area 2, Dott.ssa Bianca Fici e dell’area 5, Geom. Rosolino Raffa.

 

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

21 Commenti

  1. p53

    non capisco perché in Italia gli esiti dei referendum non di rispettino mai. L 'acqua deve essere gestita dal nostro comune e non da altre società.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  2. Misilmerese

    Secondo me dovrebbero decidere i cittadini, l'acqua è un bene pubblico è non si deve pagare, c'è pure il referendum del 2011 che lo dice.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  3. francesco

    Mi chiedo se e possibile dopo essere chiamato a decidere tramite il referendum se l'acqua doveva ritornare ai comuni "libera": Oggi il comune debba decidere per mé. Mi chiedo se c'è un avvocato che possa impugnare questo diritto che abbiamo .Il comune ha il dovere di fare rispettare l'esito del referendum. Se poi hanno degli amici da impiegare all'ufficio acquedotto ,si ricordino che ci bastano quelli che grazie a molti appartenenti alla coalizione badami ci ha lasciato

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  4. Amos II

    E allora reclamiamola, diciamo al sindaco di avere più coraggio e di riprendersi nuovamente il possesso delle reti idriche e fognarie. Io credo che il popolo per questo starà dalla sua parte.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  5. DANIELE LO PNTO

    CARO SINDACO ROSALIA STADARELLI E CARISSIMI CONSIGLIERI COMUNALI QUESTA E' LA PRIMA VERA PROVA DELLA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE, SPERIAMO CHE NON SI FACCIANO ERRORI. RESTIAMO A VEDERE. VI RICORDO CHE L'ACQUA E' UN BENE COMUNE E NON DOVREBBE ANDARE AI PRIVATI, SPERIAMO BENE.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  6. francesco

    Volevo continuare a ricordare al nuovo consiglio comunale che se oggi paghiamo in modo sconsiderato la tassa sulla spazzatura e colpa sempre di scelte infelici, appalti sub appalti cooperative tutto per impostare gli amici che li hanno votati . ora tu primo cittadino che vuoi fare ? quello che hanno gli amici tuoi di due legislazioni fa? Stai attenta a non dare il colpo di grazia a questo paese . se abbiamo o per meglio dire chi ha qialche euro servono per mangiare o per le medicine . se devi impostare gli amici USA il tuo stipendio? Ca nisciuno e fesso......

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  7. sopravvivere a misilmeri

    GESTIONE COMUNALE A VITA COME SANCITO DA REFERENDUM,IL SINDACO NE DOVREBBE TENER CONTO DELLA VOLONTA'DEI CITTADINI, LA PIU' GRANDE SORGENTE DELLA SICILIA OCCIDENTALE RICADE SUL NOSTRO COMUNE E DOBBIAMO SOTTOMETTERCI ALLA GESTIONE DEL PRIMO VENUTO ORA BASTA GESTIONE COMUNALE COME PRIMA CHE SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGGIO

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  8. ciro costanza

    Per prima cosa voglio fare gli auguri a tutte le NONNE…ripeto NONNE..unico punto fermo di questa societa’ MALATICCIA e CORROTTA!!! Riguardo l’incontro di ieri ringrazio l’ing. Strano per la perfetta esposizione del “problema”..una spiegazione chiara la SUA..ma FOLLE da parte degli enti preposti che hanno stilato questa follia pura! Io ho sentito NORME che sostituiscono altre norme..comma bis, tris e quatris.. leggi non recepite..regione inadempiente..governo che fa scarica barile...una serie di leggi e leggine che si annullano a vicenda e che non danno un quadro chiaro della situazione..in poche parole ci vengono messe sul piatto due minestre..AMAP e COMUNE…francamente io scelgo la minestra di casa mia..almeno so di che morte morire! Una marea di dubbi riguardo il futuro..l’amap che in tutto questo deve ancora decidere se accettare l’incarico..e in ogni caso non si sa quali e QUANTI COMUNI aderiranno a cosa e soprattutto PERCHE’. Una situazione folle creata apposta per nascondere il vero nocciolo…LA FORMAZIONE DI UN NUOVO CARROZZONE che gravera’ sulle spalle gia’ ABBRUCIATE dei cittadini..una robaccia tipo coinres o APS..entrambe FALLITE sonoramente! Io non mi fido di AMAP ne di qualunque altro carrozzone perche’ i risultati saranno sempre gli stessi..AUMENTO DELLE TASSE!! Un buon amministratore deve saper rischiare e rispettare la volonta’ popolare..una volonta’ che vuole l’acqua gestita dal comune…PUNTO! Da parte del consiglio ho visto solo espressioni tipo da “caduti dalle nuvole” e sono certo che NESSUNO ha capito veramente…o fatto finta di non capire..che affidando la gestione all’amap si aprira’ un futuro fatto di clientelismo e disservizi… una decisione del genere favorira’ soltanto una classe politica che con il clientelismo ha fatto la sua fortuna! Ieri per un attimo…ma solo per un attimo durante l’esposizione..ho creduto di essere un CRETINO..un IDIOTA… ma dopo essere uscito perche’ appunto mi sentivo l’unico cretino dell’aula ho riflettuto e sono arrivato ad una conclusione! LA MAFIA ESISTE SOLO GRAZIE ALLA POLITICA E ALLA BUROCRAZIA…UNA POLITICA CHE NON FA GLI INTERESSI DEI MOLTI MA DI POCHI POTENTI PER INGRASSARE LE PROPRIE TASCHE..UNA BUROCRAZIA FOLLE..DA PAZZI..CIOE’ PER SCRIVERE ROBA SIMILE O SI E’ DROGATI DI LSD O SI E’ MAFIOSI E CORROTTI! Riguardo l’uso del depuratore e i rischi ambientali annessi…e’ solo una scusa per ricattarci e costringere un consiglio comunale a dover scegliere sapendo di avere una spada di damocle sulla testa..ma questo fa parte dei rischi di un amministratore...pero', quando si ha il popolo dalla propria parte NESSUN GIUDICE O POLITICO DI MERDA PUO’ ACCUSARE NESSUNO DI NULLA…CI VOGLIONO SOLO LE PALLE!! Quindi concludo dicendo ai consiglieri che domani dovranno decidere…SE VOTATE PER LA GESTIONE AMAP NON ABBIAMO NESSUNA CERTEZZA SUL FUTURO DELLE RETI COMUNALI E VE NE ASSUMERETE LA RESPONSABILITA’ DI FRONTE AI CITTADINI…Un domani non potete dire..”IO NON SAPEVO”…PERCHE’ SE LO DITE LE COSE SONO DUE..o siete conniventi o siete incompetenti ed in entrambi i casi sarete puniti sonoramente dalla volonta’ popolare!

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  9. Amos II

    Mettetevi il cuore in pace, secondo me il sindaco e la sua giunta hanno già deliberato e state tranquilli che l'acqua già e nelle mani dell'Amap, l'unica possibilità che abbiamo noi utenti è dovuta al fatto che alcuni consiglieri di maggioranza consapevoli dell'errore nel consegnare le nostre reti all'Amap si uniscano ai consiglieri di minoranza per votare insieme il non ingresso del nostro comune. Solo questa è la via da seguire, speriamo bene.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
    1. cittadino

      @Amos II lei non Sa proprio niente,perche' il sindaco spinge sulla gestione comunale,il problema e' che la regione ha voluto che sia il consiglio a decidere, e comunque tutto fino a settembre,perche' la legge prevede che dopo settembre ci sia il gestore unico, e se cosi deve essere meglio amap che ditte,ditticedde,ecc, alla fine amap e' un azienda comunale.

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
  10. alieno

    L acqua deve rimanere al comune di misilmeri la dobbiamo gestire noi . Non buttiamo questa occasione abbiamo la possibilits di riprenderci quello che e'nostro . Mi raccomando consiglieri!!!!

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  11. Basta con le grandi abbuffate dei carrozzoni

    Ma non dovevano sfoltire l'esercito dei parassiti ? Ma non dovevano privarli dei mille privilegi acquisiti? Dunque resteranno sempre con i sederi tassellati alle poltrone? Basta con i boiardi degli enti locali. L'esito del REFERENDUM RECLAMA ACQUA PUBBLICA. Dunque perchè tanti tentennamenti? ADELE

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  12. ANTONIO

    Un paese alla deriva. prima ci tolgono la pretura,poi la ex serit,dopo l'agenzia delle entrate,oggi forse anche l'acqua,ma quando vi svegliate e mettete gli attributi sul tavolo? Crocetta regione provincia,ma che vadano a prendersela dove sanno loro non hanno fatto altro che scroccare soldi ai cittadini rendendoli simili ai somari,dobbiamo lavorare 12 ore al giorno per ingrassare le loro ventri. Ora basta," Rosalia e cari consiglieri" Misilmeri ha il dono piu' prezioso che la natura e Dio abbiano creato, una abbondante sorgente d'acqua potabile alla fonte,cosa rara per tantissimi altri comuni d'italia,VOGLIAMO forse schiavizzarci a questo o quell'altro ente solo perchè qualcuno tenta di fare il gioco delle 3 carte per fregarsi questa ricchezza e dettare legge in casa nostra? L'AMAP desidera questo attenti a non cadere nel tranello,intanto riprendiamoci cio' che ci appartiene il resto si rislverà dopo,effettuando una politica di pagare meno e pagare tutti sicuramente i soldi entreranno per potere affrontare il problema depurazione,non lasciatevi intimidire anche perchè vi reputo all'altezza di non temere nessuno,dalle chiacchere di questo o quellaltro ente che messi d'accordo tentano lo scippo della nostra sorgente. Se qualcuno teme conseguenze giudiziarie non si preoccupi perchè saremo 30000 persone a farvi da scudo andate avanti sicuri della vostra decisione di avere nostra sia la sorgente e sia la gestione.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  13. giovanni

    Scusate ma credo che nessuno abbia chiara la situazione. Il comune non può e non potrà gestire il servizio se non in via esclusivamente emergenziale e comunque fino al 30 settembre 2015, dopo dovrà cederlo comunque al nuovo soggetto gestore che in ogni caso pare ormai certo che sarà amap. Per chi non lo sapesse amap è pubblica enin futuro lo sarà sempre più perché anche il Comune di Misilmeri ne farà parte perciò vi sarà la garanzia che l'esito del referendum sarà riapettato. Infine invito tutti a ricordare le inefficienze del comune quando gestiva l'acqua per conto proprio ed in ogni caso le riparazioni sulla condotta principale le faceva sempre l'amap. Infine ricordo a chi non lo sa che la sorgente rusalaime è di Amap e quindi non possiami fare a meno di dipendere da loro. A questo punto oltre gli onori sarebbe meglio dare anche gli oneri. Una ultima cosa.... Acqua pubblica non significa gratis. Se la gestirà il comune per accontentare quattro ignoranti aspettiamoci un nuovo aumento di tasse per evitare aumenti della bolletta. Facciamo gestire a chi lo sa fare e non ci avventuriamo in situazioni che non sono alla nostra portata. È sotto l'occhio di tutti cosa è successo al serbatoio nuovo e alla nuova rete costruite dal comune. Un disastro senza precedenti.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
    1. acqua

      Giovanni: invece i privati e i carrozzoni gestiti dall'unione dei comuni hano funzionato alla grande vero? Devi dire semmai che le amministratori passate Commissari compresi sono stati degli irresponsabili, irresponsabili e più ne ha più ne metta, dobbiamo sperare che questa amministrazione abbia un poco più di copetenza e che abbia a cuore il bene dei cittadini.L'acqua e le reti devono essere gestiti dal comune e stop, senza se e senza ma.

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
    2. Giovanni

      Ma di che competenze parli?. Diverso da prima c'è solo il sindaco ma i tecnici sono sempre gli stessi incompetenti di prima, anzi... Qualcuno pure in meno. Inoltre ci vogliono pure i soldi e con la mentalità del misilmerese che a cuore ha soltanto il fatto di non pagare l'acqua i soldi da dove si devono prendere? Direte voi, si farà una campagna abisivi, recupero morosi e bla bla bla, tutto un sogno. Nel frattempo le emergenze chi le gestisce e le spese chi le affronta, sempre noi cittadini?

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
  14. AMOS II

    APS ATO 1 AMAP spa...B A S T A non se ne può più, l'acqua deve gestirla il comune, la nostra sorgente è una delle più grandi sorgenti della Sicilia ed è nostra.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati