Banner Top POST

Autista abbandonato in discarica per oltre 24 ore

Comunicato stampa Fit Cisl

  •  
  •  
  •  

 Un autista del Coinres che opera presso il comune di Altavilla Milicia, è rimasto oltre 24 ore all'impianto di smaltimento rifiuti nell’hinterland di Catania e gestito dalla ditta Sicula Trasporti, ad attendere l'arrivo dell'assistenza per poter far ritorno a casa perché l'autocompattatore, il mezzo che era destinato al servizio, si era guastato.

“Un fatto gravissimo e vergognoso che conferma le gravi anomalie nell’applicazione delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro nonché della scarsissima efficienza dei mezzi e delle attrezzature, condizione in cui sono costretti ad operare i lavoratori del Coinres in servizio presso Altavilla Milicia, e che denunciamo da tempo” commenta Francesco Ferrara Segretario provinciale Fit Cisl Ambiente. Secondo quanto riferito dal lavoratore, a seguito di un guasto meccanico occorso al mezzo compattatore, così come prassi prevede, l'autista ha provveduto tempestivamente ad informare dell’accaduto oltre ai vertici del Coinres, anche l’amministrazione comunale di Altavilla Milicia, nella qualità di soggetto proprietario del mezzo.

“Ha chiesto oltre agli interventi meccanici necessari alla riparazione del mezzo, anche la dovuta e necessaria assistenza per poter rientrare in un tempo ragionevole presso la propria abitazione, tutto ciò alle undici di ieri mattina”. “In un azienda 'normale', che opera un servizio delicato come quella della raccolta rifiuti in un qualsiasi comune 'normale' ci si sarebbe aspettato che un sollecito intervento, messo in atto dall’azienda ovvero dall’amministrazione comunale, vista l’impossibilità della riparazione immediata del mezzo, avrebbe comunque e in ogni modo garantito il rientro a casa del lavoratore, mentre si è assistito ad uno spregevole scaricabarile tra i responsabili del Coinres ed il comune di Altavilla Milicia, che non hanno mostrato alcun interesse alle sorti dello stesso”. Cosi, denuncia il sindacato, l'operaio è stato costretto a restare per più di 12 ore consecutive all’interno dell’abitacolo del mezzo compattatore senza ricevere alcun soccorso, esposto alle proibitive condizioni meteo ed all’impossibilità di consumare un pasto.

Solo alle 9 di stamani “grazie all’opera di cortesia prestata da un collega autista di un’altra azienda del Palermitano, è riuscito a rientrare a casa” aggiunge Ferrara che conclude “la vicenda, appare davvero incredibile, denota un totale disinteresse della dignità del lavoratore e della persona, ma nonostante tutto, i lavoratori , che attendono ancora il pagamento delle retribuzioni di dicembre 2012, febbraio ed ottobre 2013, con grande senso di responsabilità e spirito di servizio hanno garantito la raccolta rifiuti nel territorio, a partire da domani, dato lo scarso interesse sia del Coinres che del comune di Altavilla, tale disponibilità verrà probabilmente meno”

Comunicato stampa Cisl – Angela di Marzo

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

5 Commenti

  1. emor

    qualcuno potrebbe dirmi se il coinres esiste ancora? Non è stato liquidato? Qualora esistesse ancora, chi sono i vertici?

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  2. Ali baba'

    Il sindicalista sig ferrara,si fa solo publicita' come tutti mà lui in particolare,i di pendenti ormai lo sanno,per contratto spetta una indennita appunto per la guida i i sidacati lo sanno in particolare il sig ferrara Della cisl,chiedete al sig ferrara se a mai chisto all'azienda questa indennizzo, si devé vergognare,la cosa che mi fa piu ràbbia e che potrebbe essere un bravo sindicalista.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  3. chupa chupa

    non poteva usare il dito pollice e fare autostop? oppure usare il dito indice per telefonare a un amico o familiare? prendere un bus?

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati