Banner Top POST

Chi controlla le immagini riprese dalle telecamere comunali ?

La lettrice segnala: Che senso ha avuto l’acquisto di questi inutili orpelli ?

Chi controlla le immagini riprese dalle telecamere comunali ?

Seguendo l’ultimo consiglio comunale, ho sentito la nostra sindaca annunciare con un certo compiacimento l’emissione di un nuovo bando di gara per l’acquisto di altre telecamere da installare in luoghi strategici al fine di  intensificare i controlli  a contrasto dell’abbandono  illecito di rifiuti.

La mia domanda è: se è vero, come sostengono in molti, che in paese non esiste alcuna autorità preposta a tali controlli; che non c’è nessuno che si cura di  controllare i filmati delle videocamere per elevare le conseguenti sanzioni; se chi getta tutto nei cassonetti per la raccolta indifferenziata si diverte persino ad inviare gestacci “ombrellati” verso le telecamere  e chi ci sta dietro….. che senso ha acquistare altri  inutili orpelli ?

La legge impone che  l’uso della videosorveglianza  pubblica sia finalizzato  alla prevenzione dei reati . D’altra parte, su www.carabinieri.it, leggo : “sono ingiustificati gli impianti installati al solo fine di controllare il divieto di fumare, di calpestare aiuole, DI DEPOSITARE SACCHETTI DELL’IMMONDIZIA.”
Se qualcuno potesse rassicurarmi sull’utilità di ulteriori spese  per incentivare fantomatici controlli, gliene sarei grata..

Inviato da: Angela Orlando

Mi Piace(42)Non Mi Piace(4)

4 Commenti

  1. A tutte le specie di servitori.

    "POLLICI VERSI"
    Vi invito alla lettura di un aforisma (forma di scrittura che privilegia l'essenzialità) perchè possiate riflettere ed essere obbligati a pensare.
    "Ci sono effettivamente molti che leggono per non dovere pensare" - Georg Lichtenberg
    Pensare, perche? Monnezza e' bello!!!!!

    Mi Piace(85)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  2. ANGELA

    Gentile Alessandro Boal,
    le segnalazioni al Comune, nonchè al comando di polizia Municipale sono state numerose da due anni a questa parte.Come può immaginare, NESSUN INTERVENTO è stato messo in atto al fine di arginare la tribale abitudine di scaricare ovunque sacchetti ricolmi di spazzatura ed utensili in disuso. Nel gennaio 2017 il geom. Raffa, responsabile del servizio, indicava -su precisa individuazione della Signora Sindaca- lo spiazzo antistante il magazzino della scuola Traina come il migliore dei siti possibili per scaraventarvi frigo, televisori, carcasse di forni e tutto quanto non più utilizzato dai concittadini. I cosiddetti rifiuti R1 R2 ....... Noi che viviamo in zona abbiamo dovuto subire che a tutte le ore del giorno e della notte qualcuno venisse a rovistare per recuperare rame, pannelli, ed altro portandoli via con grande fracasso. A seguito di lamentele e segnalazioni, è stata installata una telecamera; ma tale ausilio in seguito è stato rimosso perchè ritenuto " inutile" . Le reali motivazioni restano controverse ed in parte sconosciute. Così, ormai da anni, la via Longo, centralissima e molto frequentata, è diventata teatro di lotte tra scaricatori abusivi e cercatori di rame, con buona pace di chi non può concludere una sola notte di sonno continuativo e proficuo per via dei continui rumori e degli alterchi. Il motivo per cui riprendo l'articolo e mi accingo ad altra segnalazione mi viene offerto dalla ditta che dovrebbe occuparsi di asfaltare alcuni tratti di strade paesane. Nella via Longo i lavori propedeutici di scarifica sono stati effettuati oltre una settimana fa. L'altro ieri notte, dico notte, senza aver affisso alcun cartello o dato avviso di inizio lavori, sono arrivati in zona rullo e camion. Essendo la strada piena di macchine parcheggiate, hanno bussato a tanti citofoni esigendo lo sgombero. ROBA DA MATTI. Chi poteva lo ha fatto, qualcuno no. Così , all' altezza dell'Ufficio Postale, è rimasta una fascia scarificata, ma non asfaltata! La signora Sindaca non si perita di rispondere; il geom: Raffa, diretto responsabile, ignora il problema. Che fare?????Stiamo attentamente valutando come tutelare il nostro sonno, la quiete pomeridiana ed il riposo per non dovere SEMPRE LEGGERE E MAI PENSARE"
    Prof.ssa ANGELA ORLANDO.

    Mi Piace(2)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati