Banner Top POST

Dalla Shoah alle Foibe la Guastella canta e recita la memoria alla Prefettura di Palermo [Foto]

Foto e video dell’evento

A seguito della Giornata commemorativa sulla  SHOA, svoltasi al Plesso Lauri   in data 29 Gennaio 2018, con testimonianza dal vivo del maestro Aldo Mausner, la  Prefettura di Palermo  ha invitato il Plesso per partecipare alla “Giornata del Ricordo”delle vittime delle FOIBE.

I docenti  Marino, Diprima e La Blasca hanno realizzato  un micro-percorso didattico che aveva come finalità far conoscere le congiunture di negazione dei diritti e della storia di tutti quegli italiani che hanno subito ingiustamente la cancellazione della propria esistenza.

Creare una memoria storica e sensibilizzare i giovani sugli eventi del confine orientale italiano, stimolare la riflessione ed offrire le conoscenze appropriate per promuovere una cultura di pace fondata sul dialogo e il confronto sulle diverse narrazioni storiche e sul rispetto delle memorie.

Esprimere attraverso il canto il dissenso per ogni forma di discriminazione razziale e promuovere i valori della tolleranza e del rispetto tra i popoli.

Dopo essere stati opportunamente preparati, un gruppo formato da 15 alunni del plesso Lauri, giorno 8 febbraio 2018 ha avuto il  privilegio di partecipazione a Villa Pajno, al cospetto del Prefetto Antonella De Miro, alla Giornata commemorativa  delle Foibe e dell’esodo  degli istriani, fiumani e dalmati dalle loro terre alla conclusione del secondo conflitto mondiale.

L’ouverture della giornata è stata l’inaugurazione della mostra dal titolo “Popolo in fuga Sicilia terra di accoglienza” illustrata dagli alunni del’Istituto Stenio di Termini Imerese con  l’obiettivo di raccontare e trasmettere la memoria del trasferimento di oltre duemila profughi all’ex Caserma La Masa di Termini Imerese e testimoniare l’accoglienza e la solidarietà della gente ospitante.

In questa cornice dove altre scuole di Palermo  come La Borgese e la Vittorio Emanuele Orlando hanno dato il loro prezioso contributo, la Scuola Secondaria di I grado Cosmo Guastella di Misilmeri chiudeva la manifestazione con una performance della corale polifonica seguita da testi recitati.

Nel corso della cerimonia sono stati consegnati ai familiari  i riconoscimenti attribuiti dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla memoria delle vittime delle Foibe Francesco Bertucci, Gaetano Vasile, Francesco Affrunti e Biagio Antonino Siragusa.

La nostra alunna Stefania Cocchiara ha letto la scheda biografica di Francesco Affrunti, un giovane carabiniere nato a Ventimiglia di Sicilia, arruolatosi nell’arma all’età di 27 anni, trasferito a Gorizia il 04/05/1945, che a guerra finita, durante l’occupazione titina fu prelevato e da allora non si ebbero più sue notizie: probabilmente infoibato o altrimenti massacrato insieme ad altri commilitoni che non fecero mai più ritorno.

Forti e commoventi le testimonianze e i ricordi dei familiari delle vittime delle FOIBE, riconoscenti di questo ricordo anche se avvenuto tardivamente.

La nostra scuola  ha inteso ricordare la tragedia delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata con delle letture opportunamente selezionate dalla prof.ssa Mariangela Diprima, che hanno dato vita a quanti “uomini-donne-bambini” anche in tenera età hanno perso la loro vita in modo così tragico.

Il canto della corale polifonica, magistralmente diretto dal professore Gianni La Blasca, ha inteso esprimere attraverso i testi “Questa terra e Rosso sopra il colle” il dolore, il sacrificio, non soltanto dei protagonisti di questa storia, ma della storia, di quanti hanno sofferto e continuano a soffrire a causa dell’odio e della guerra. Il nostro canto vuole essere altresì un canto che inneggia al coraggio di ricominciare , di ricostruire , la speranza in un futuro in cui verità e libertà siano valori condivisi e difesi.

La performance altamente  qualitativa dei nostri alunni, il  loro rigore e la compostezza dell’esibizione hanno incantato il parterre di Villa Pajno e ricevuto il plauso di tutti i presenti.

Visita-Prefettura-Guastella5
« 1 di 8 »

A cura della prof.ssa Antonella Marino F.S. “Dimensione europea dell’educazione, famiglie e territorio”

Mi Piace(10)Non Mi Piace(0)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati