Banner Top POST

Democrazia partecipata, “Il villaggio dell’Emiro” progetto di SiciliAntica Misilmeri

Entro il 28 novembre i cittadini sceglieranno il progetto migliore

Nell’ambito dell’avviso di democrazia partecipata pubblicato dal Comune di Misilmeri, l’Associazione culturale SiciliAntica Misilmeri ha presentato un progetto per l’utilizzazione dei fondi regionali per la valorizzazione culturale e turistica del nostro territorio.
Il progetto (scaricabile in integralmente sul sito del Comune), nato da un’idea del socio di SiciliAntica Misilmeri Sebastiano Corso e valutato tecnicamente ed economicamente idoneo dai funzionari del Comune, prende il titolo di “Il villaggio dell’Emiro” – richiamando il nome arabo di Misilmeri – e, riprendendo iniziative simili promosse da altri comuni, prevede l’installazione di cartellonistica puntuale su ciascun bene monumentale, di pannelli nelle principali aree di interesse storico e turistico in cui inserire informazioni sulla storia, l’architettura e le tradizioni che interessano i luoghi e i monumenti del nostro territorio ed, infine, l’installazione di segnaletica direzionale verso i principali luoghi di attrazione (guarda la galleria fotografica). Ma la vera novità riguarda la creazione di un portale web e di un’applicazione per smartphone ai quali rimanderanno dei codici QR che, potendo essere inquadrati dal cellulare direttamente sulla cartellonistica, consentiranno l’approfondimento delle informazioni e l’accesso ad ulteriori contenuti multimediali.
«L’obiettivo è quello di contribuire alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale e tradizionale di Misilmeri rendendo maggiormente condivise le notizie e le informazioni sul nostro Comune, stimolando alla cultura del bene comune e sensibilizzando all’approfondimento delle nostre radici storico-culturali – dicono dall’Associazione –. In tal modo, inoltre, non solo si arricchiranno gli arredi urbani attraverso un approccio integrato e strutturale della segnaletica turistica – praticamente assente –, ma i luoghi di interesse risulteranno maggiormente fruibili sottraendoli all’abbandono e mancata cura del patrimonio culturale locale».
I fondi regionali a disposizione, 15mila euro, consentiranno di iniziare e portare a termine gran parte della proposta che, però, dovrà continuare ad essere incentivata da fondi comunali ed ulteriori entrate derivanti da spazi pubblicitari inseriti nella cartellonistica. Il progetto, qualora dovesse risultare il più apprezzato, sarà interamente sviluppato dall’Amministrazione comunale sulla base della proposta dell’Associazione che, però, non gestirà in alcun modo i fondi stanziati. «In questo modo mettiamo a disposizione dell’intera comunità misilmerese una proposta “chiavi in mano” seria e concreta – dichiara il presidente Marco Giammona –, dimostrando un’attenzione vera e disinteressata verso il nostro patrimonio storico e culturale. Sarà il Comune, partendo dalla nostra proposta, a scegliere a chi affidare il progetto ed in che modo utilizzare i fondi disponibili».
Il regolamento sulla democrazia partecipata prevede che siano i cittadini a scegliere quale dei due progetti selezionati dall’Amministrazione finanziare con le somme stanziate attraverso la compilazione di un modulo – allegando copia della carta d’identità – da consegnare presso l’ufficio protocollo del municipio o da inviare via mail ( comune@comune.misilmeri.pa.it ) al Comune entro il 28 novembre.

MODULO DA SCARICARE E COMPILARE ALLEGANDO LA CARTA D’IDENTITÀ http://www.comune.misilmeri.pa.it/c/document_library/get_file?folderId=967&name=DLFE-32669.pdf

DETTAGLIO DEI PROGETTI http://www.comune.misilmeri.pa.it/c/document_library/get_file?folderId=969&name=DLFE-32672.zip

Mi Piace(4)Non Mi Piace(0)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati