Banner Top POST

Il 15 gennaio 1940, il terremoto che danneggiò Gibilrossa

“Accadde oggi” la nuova rubrica curata da Enrico Venturini

Il 15 gennaio 1940, il terremoto che danneggiò Gibilrossa

Il 15 gennaio 1940, alle ore 14,18, una scossa di terremoto pari a VI – VII grado della scala Mercalli, della durata di 4 minuti, viene avvertita a Misilmeri. Molti feriti per la caduta di calcinacci, molte le case lesionate, cade parte del castello, l’epicentro nella vicina Montagna Grande fa grandi danni al complesso di Gibilrossa e al monumento, ma miracolosamente nessun morto. Da quell’anno, le suore del Collegio di Maria, nel giorno della ricorrenza, fino al 1970, fanno celebrare una messa di ringraziamento all’altare della Madonna del Carmelo e le ”orfanelle” recitano il Rosario del terremoto: “e s’un fussi pi stu cori amanti, fussimu morti tutti quanti” “e lu Cori lodatu sia, di lu Carminu Maria” : oggi non si fa più. Purtroppo noi misilmeresi abbiamo una particolare propensione a perdere la memoria storica.

Mi Piace(2)Non Mi Piace(0)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati