Banner Top POST

Il giovedì santo a Misilmeri: i ”Lavureddi”

A mezzanotte la TRucculiata

Il giovedì santo a Misilmeri: i ”Lavureddi”

Sacro e profano s’intrecciano nelle celebrazioni della Pasqua; il Giovedì Santo dopo la lavanda dei piedi, si è soliti organizzare come in un giardino incantato (riferendosi ai giardini d’Adone) il rituale Sepolcro che i devoti usano ornare in onore di Cristo con i “Lavureddi” che, fioriscono appunto nel periodo in cui ricade la settimana Santa.

E’ consuetudine d’alcune famiglie devote di offrire un addobbo per il sepolcro della chiesa più vicina o prestabilita, e questa diventa la loro principale preoccupazione nei giorni della Quaresima. Ad occuparsene principalmente sono le donne: esse hanno cura di preparare certi piatti particolari dove si metteranno in bella mostra la ceramica più gradevole e pregiata usata come contenitore. Per allestire questi piatti le donne preparano il recipiente nel cui fondo distendono della stoppa od ovatta su cui si sparge del grano o legumi (in special modo delle lenticchie) o per lo meno dei semi di scagliola. Questi sono riposti al buio, avendo cura di tanto in tanto di spruzzarvi sopra dell’acqua. Una volta germogliati si presenteranno in forma di pallidi e fitti filamenti di diverso colore, dal verde al rossastro secondo il tipo di elemento utilizzato, e successivamente saranno ornati con nastri di seta colorata. In tutte le sedi parrocchiali del paese si fa a gara per allestire il miglior sepolcro,prima che la gente la sera della contemplazione dia inizio al giro dei “sepolcri” nelle chiese. Ancora una volta si ripete l’antico rito della vita che si sovrappone alla morte.

di Marco Giammona

Tutte le chiese misilmeresi rimarranno aperte fino a mezzanotte.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

5 Commenti

  1. GANESHA

    Quest'anno pasqua nella mia terra,per assaporare le nostre tradizioni , ma mi rendo conto che siamo messi troppo male , che amarezza .

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
    1. francesco

      Cara Ganesha hai ragione.... sono d'accordo , aggiungerei rabbia e tristezza.Buona Pasqua!!

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
  2. Residente

    la Chiesa Madre quest anno rimane aperta anche dopo la trucculiata fino alle due per l adorazione presso l altare della reposizione

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  3. Gaspare

    trovo l articolo troppo da manuele dei riti della settima Santa in Sicila, lontano dai riti Misilmeresi in cui i fedeli non pagano addobbi di sepolcri. inoltre le donne hanno ruoli marginali quasi tutti gli altari a misilmeri vengono fatti da uomini e in Chiesa madre i lavuredda sono quasi interamente realizzati dalla confreternita del Ss Sacramento

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  4. residente

    In chiesa Madre i lavuredda non sono realizzati interamente dalla confraternita soltanto, ma anche da tanti ragazzi e famiglie che ogni anno con fede e devozione li realizzano.complimenti a coloro che come ogni anno con cura e devozione hanno realizzato l altare del giovedi santo.Stupendo meraviglioso elegante.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati

Il giovedì santo a Misilmeri: i ”Lavureddi”

a seguire la trucculiata

Il giovedì santo a Misilmeri: i ”Lavureddi”

Sacro e profano s’intrecciano nelle celebrazioni della Pasqua; il Giovedì Santo dopo la lavanda dei piedi, si è soliti organizzare come in un giardino incantato (riferendosi ai giardini d’Adone) il rituale Sepolcro che i devoti usano ornare in onore di Cristo con i “Lavureddi” che, fioriscono appunto nel periodo in cui ricade la settimana Santa.

E’ consuetudine d’alcune famiglie devote di offrire un addobbo per il sepolcro della chiesa più vicina o prestabilita, e questa diventa la loro principale preoccupazione nei giorni della Quaresima. Ad occuparsene principalmente sono le donne: esse hanno cura di preparare certi piatti particolari dove si metteranno in bella mostra la ceramica più gradevole e pregiata usata come contenitore. Per allestire questi piatti le donne preparano il recipiente nel cui fondo distendono della stoppa od ovatta su cui si sparge del grano o legumi (in special modo delle lenticchie) o per lo meno dei semi di scagliola. Questi sono riposti al buio, avendo cura di tanto in tanto di spruzzarvi sopra dell’acqua. Una volta germogliati si presenteranno in forma di pallidi e fitti filamenti di diverso colore, dal verde al rossastro secondo il tipo di elemento utilizzato, e successivamente saranno ornati con nastri di seta colorata. In tutte le sedi parrocchiali del paese si fa a gara per allestire il miglior sepolcro,prima che la gente la sera della contemplazione dia inizio al giro dei “sepolcri” nelle chiese. Ancora una volta si ripete l’antico rito della vita che si sovrappone alla morte.

di Marco Giammona

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

2 Commenti

  1. LELLO

    IN UN MONDO SENZA PIU' IDEALI E SENZA PIU' VALORI SE IL NOSTRO PAESE REGGE ANCORA A QUESTE BELLE TRADIZIONI DOBBIAMO ESSERE ORGOGLIOSI,E DOBBIAMO SOPRATUTTO FAR SI' CHE CONTINUINO NEL TEMPO,SONO TRADIZIONI DI AGGREGAZIONE POPOLARE,MOTIVO DI CULTO,MOMENTI DI PREGHIERA CONCOMITANTI CON MOMENTI DI RELAX PSICHICO. UN GRAZIE A TUTTI COLORO I QUALI SI IMPEGNANO A DARE VITA A QUESTE TRADIZIONI E A COLORO I QUALI IMPEGNANO IL LORO TEMPO PER LA SISTEMAZIONE DEI SUDDETTI LAVUREDDI. LAVUREDDU E' SINONIMO DI PASQUA E QUINDI UNA BUONA PASQUA DI RESURREZIONE A TUTTI I CONCITTADINI.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati

Il giovedì santo a Misilmeri: I Lavureddi

La settimana santa a Misilmeri

Il giovedì santo a Misilmeri: I Lavureddi

Sacro e profano s’intrecciano nelle celebrazioni della Pasqua; il Giovedì Santo dopo la lavanda dei piedi, si è soliti organizzare come in un giardino incantato (riferendosi ai giardini d’Adone) il rituale Sepolcro che i devoti usano ornare in onore di Cristo con i “Lavureddi” che, fioriscono appunto nel periodo in cui ricade la settimana Santa.

lavureddiE’ consuetudine d’alcune famiglie devote di offrire un addobbo per il sepolcro della chiesa più vicina o prestabilita, e questa diventa la loro principale preoccupazione nei giorni della Quaresima. Ad occuparsene principalmente sono le donne: esse hanno cura di preparare certi piatti particolari dove si metteranno in bella mostra la ceramica più gradevole e pregiata usata come contenitore.lavureddi-sanfrancesco Per allestire questi piatti le donne preparano il recipiente nel cui fondo distendono della stoppa od ovatta su cui si sparge del grano o legumi (in special modo delle lenticchie) o per lo meno dei semi di scagliola. Questi sono riposti al buio, avendo cura di tanto in tanto di spruzzarvi sopra dell’acqua. lavureddi-chiesa-madreUna volta germogliati si presenteranno in forma di pallidi e fitti filamenti di diverso colore, dal verde al rossastro secondo il tipo di elemento utilizzato, e successivamente saranno ornati con nastri di seta colorata. In tutte le sedi parrocchiali del paese si fa a gara per allestire il miglior sepolcro,prima che la gente la sera della contemplazione dia inizio al giro dei “sepolcri” nelle chiese. Ancora una volta si ripete l’antico rito della vita che si sovrappone alla morte.

di Marco Giammona

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

3 Commenti

  1. paolo di tarso

    Mi permetto di sottolineare che questo articolo non ha niente di Sacro ma molto di profano. Punto 1 la messa il cena domini non è "la lavanda dei piedi" ma bensi la celebrazione piú importante della Chiesa Cattolica, la messa dove si ricorda l istituzione dell eucarestia e la nascita della chiesa. punto 2 Nelle parrocchie non si fa nessuna gara, ma si cerca di onorare Gesú preparando con tanto amore l altare in cui sarà posto. Punto 3 Altare della reposizione e non sepolcro. Gesú è vivo nell eucarestia e aspetta tutti per la preghiera e non per venire a fare caciara in Chiesa. Dobbiamo comprendere quello che facciamo e non essere come pecore avviate. buona pasqua a tutti.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  2. Jack...

    @Paolo di Tarso...

    hai scritto delle cose vere...in chiesa si va per pregare e per riconciliarsi con Dio per i nostri peccati che sono tanti...sai dopo quello che hai scritto non posso non apprezzarti...personalmente mi hai delucidato in maniera semplice ma chiaramente...però la tradizione fa parte della nostra comunità...sai, ieri sera per la prima volta ho portato un lavureddu nella chiesetta di San Paolino (o Santa Rosalia), prima lo faceva mia mamma, lei adesso non c'è più... ed ho visto molto entusiasmo nelle persone che entravano all'interno della chiesa...questo fa si che annualmente per le Sacre ricorrenze Pasquali, si rinnova in noi il nostro amore incondizionato e la nostra devozione verso Gesù Cristo...Buona Pasqua anche a te...By Jack

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati