Banner Top POST

Il valore della libertà di parola, uno a caso: Giacomo Matteotti

“Italiando” La rubrica di Giovanni Furnari

Il valore della libertà di parola, uno a caso: Giacomo Matteotti

Giacomo Matteotti: Codesti vostri applausi sono la conferma precisa della fondatezza del mio ragionamento. Per vostra stessa conferma dunque nessun elettore italiano si è trovato libero di decidere con la sua  volontà …(Rumori, proteste e  interruzioni a destra.) Nessun elettore si è trovato libero di fronte a questo quesito …..

Maurizio Maraviglia: Hanno votato otto milioni di italiani.

  1. Matteotti : …se cioè egli approvava o non approvava la politica o per meglio dire il regime del governo fascista. Nessuno si è trovato libero, perché ciascun cittadino sapeva a priori che, se anche avesse osato affermare a maggioranza il contrario, c’era una forza a disposizione del governo che avrebbe annullato il suo voto e il suo responso.( Rumori e interruzioni a destra.)

Una voce a destra: E i due milioni di voti che hanno avuto le minoranze?

Roberto Farinacci: Potevate fare la rivoluzione

Maurizio Maravaglia: Sarebbero stati due milioni di eroi.

  1. Matteotti: A rinforzare tale proposito del governo esiste una milizia armata….(Applausi vivissimi e prolungati a destra e grida”viva la milizia armata” ).

Voci a destra: Vi scotta la milizia

  1. Matteotti… Esista una milizia armata….(interruzioni a destra rumori prolungati)

Voci:….basta ! basta!

Presidente: Onorevole Matteotti si attenga all’argomento

  1. Matteotti: Signor Presidente forse Ella non mi intende, ma io parlo di elezioni……………………………….
  2. Matteotti: Volete i singoli fatti? Eccoli: A Iglesias il collega Corsi stava raccogliendo 300 firme e la sua casa è stata circondata….(Rumori)

Maurizio Maravaglia: Non è vero, lo inventa lei in questo momento.

Roberto Farinacci: Va a finire che faremo sul serio quello che non abbiamo fatto.

  1. Matteotti: Fareste il vostro mestiere.

Emilio Lussu: E’ la verità. E’ la verità

G.Matteotti: A melfi…(Rumori vivissimi. Interruzioni.) A Melfi è stata impedita la raccolta di firme con la violenza….(Rumori.) In Puglia fu bastonato perfino un notaio………………………..

Seduta del 04/06/1924

G Matteotti: L’amnistia ai disertri è stata approvata dai giornali fascisti! Dal Popolo d’Italia(Vivi rumori.)

Benito Mussolini: Non è vero! Era per quelli che non avevano disertato al nemico. Lei mentisce sapendo di mentire.(Applausi a destra e al centro). La sfido a documentare la sua asserzione.

G Matteotti  L’abbiamo data la documentazione e la ripeteremo.(Approvazioni all’estrema sinistra,rumori vivissimi.)

Mussolini: Durante il discorso dell’onorevole Facchinetti l’onorevole Matteotti ha accennato a certi atteggiamenti che avrebbe preso il”Popolo d’Italia” durante il 1919. Quali essi siano questi atteggiamenti, io ne rivendico intera la responsabilità; ma io temo che l’on. Matteotti mi voglia giocare un brutto tiro, che consisterebbe nel riesumare i discorsi violentissimi che io ho pronunciato, in svariate occasioni, contro l’amnistia ai disertori, discorsi nei quali forse andavo oltre certi limiti, che oggi non potrei,per debito di coscienza, mantenere. Del resto, ricordo che nel 1919, quando tutta l’Italia era imbestiata dalle pubblicazioni che si facevano sull’ inchiesta di Caporetto, l’unico giornale e l’unico uomo politico che abbia avuto il coraggio di difendere, a viso aperto, quel generale che voi chiamavate il fucilatore-parlo del generale Graziani- sono stato io ed è stato il mio giornale.(Applausi.) Questo volevo dirvi perché, vi ripeto. Nel 1919, e l’on. Facchinetti lo sa, io ero perfettamente al mio posto.(Vivi applausi.)

G.Matteotti: ho ascoltato volentieri le dichiarazioni del presidente del Consiglio sulla questione del decreto di amnistia ai disertori. Trovo in esse una leale accettazione del fatto che io ho enunciato.

  1. Mussolini: dimostrerò il contrario.

6 giorni più tardi Giacomo Matteotti veniva rapito e assassinato.

“Mi sembra opportuno riprodurre questa pagina di storia parlamentare. Che poi Mussolini avesse ordinato l’imboscata assassina o si fosse limitato a dire,o a fare capire ,che bisognasse dare una lezione al temerario provocatore,e analisi che non è stato mai possibile fare con certezza di verità. Non si è mai andati oltre a una generica affermazione che il palazzo non era stato estraneo all’infame vicenda.”

Ognuno tragga le sue conclusioni.

Mi Piace(6)Non Mi Piace(0)

2 Commenti

  1. Ciro Costanza

    una mia personale opinione e' che tutte le dittature sono un abominio ma quella di mussolini e' stata la peggiore perche' al contrario dei grandi dittatori e imperatori del passato...lui non ha mai partecipato a nessuna guerra ma e' sempre stato al calduccio tra le cosce delle sue innumerevoli amanti.
    ha tradito la patria fottendosene dei piu' poveri e in particolare del meridione...infatti tutte le fabbriche sono sono state costruite al nord e a noi solo quattro pezzi di merda con le camicie nere che davano mazzate a destra e manca.
    persino essere omosessuali era considerato un reato e quando si voleva colpire qualcuno...soltanto perche' non la pensava esattamente come il testa di minchia...lo tacciavano di omosessualita' e lo sbattevano in galera.
    una testa di cazzo rozzo...ignorante che al suo confronto l'on. Razzi e' un genio....un razzista che ha portato l'italia alla rovina inseguendo un altro pezzo di merda con i baffetti!
    I numeri del fascismo in Italia:
    42 fucilati nel ventennio su sentenza del Tribunale Speciale.
    28.000 anni complessivi di carcere e confino politico.
    80.000 libici sradicati dal Gebel con le loro famiglie e condannati a morire di stenti nelle zone desertiche della Cirenaica.
    700.000 abissini barbaramente uccisi nel corso della impresa Etiopica e nelle successive “operazioni di polizia”.
    350.000 militari e ufficiali italiani caduti o dispersi nella Seconda Guerra mondiale.
    45.000 deportati politici e razziali nei campi di sterminio, 15.000 dei quali non fecero più ritorno.
    640.000 internati militari nei lager tedeschi di cui 40.000 deceduti ed i 600.000 e più prigionieri di guerra italiani che languirono per anni rinchiusi tra i reticolati, in tutte le parti del mondo.
    110.000 caduti nella Lotta di Liberazione in Italia e all’estero.
    Migliaia di civili sepolti vivi tra le macerie dei bombardamenti delle città.
    Innumerevoli combattenti degli eserciti avversari ed i civili che morirono per le aggressioni fasciste.
    E per finire...sfatiamo i grandi cavalli di battaglia usati da vecchi e nuovi fascistelli, nostalgici di quel “grand’uomo” di Benito Mussolini.
    1)non e' affatto vero che la pensione la invento' lui.
    2) Se non c’era il Duce e ti ammalavi, peggio per te, non prendevi lo stipendio. MINCHIATE.
    3) Il Duce ha inventato la Cassa Integrazione Guadagni per aiutare i lavoratori di aziende senza lavoro. CAZZATE.
    4) Quando c’era il Duce non vi era disoccupazione in Italia...megacazzata.
    5) Se non c’era il Duce le grandi strade in Italia non venivano costruite. stronzate.
    6) Quando c’era il Duce il popolo stava meglio! ahahahahahah
    7) Il Duce amava l’Italia...buona questa ahahahahah
    8)Il Duce diede il voto alle donne. MA NON DICIAMO PUTTANATE PLEASE!
    Pero' malgrado questo schifo abnorme...se dovessi scegliere OGGI tra votare Mussolini o votare PD francamente me la penserei....cioe' avrei bisogno di pensarci un pochino.
    Ciao maestro Furnari...ho letto con molta attenzione il tuo articolo e ovviamente la coincidenza e' troppo evidente e solo chi non vuol capire non capisce.
    Pero' ti ripeto...oggi me la penserei su chi votare.

    Mi Piace(5)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
    1. Giovanni Furnari

      Commento...
      Caro Ciro, amico mio, non pensare più di tanto, " questa o quella per me pari sono". Come puoi ben vedere Renzi altro non è che il migliore esecutore del programma di Berlusconi. Se doveva scegliere un erede politico, il cav, non avrebbe trovato di meglio. E la sinistra, non solo tace ma lo vota in silenzio. Altro che uomini come Matteotti, ormai sono soltanto dei "bazzarioti".

      Mi Piace(5)Non Mi Piace(0)
      Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati