Banner Top POST

Legge del taglione? Il mistero del corpo carbonizzato

Prima ucciso e poi dato alle fiamme

E' stata effettuata stamattina l'autopsia sul corpo carbonizzato trovato ieri in un'area di campagna a Misilmeri, nel Palermitano. Ad effettuare l'esame presso l'Istituto di Medicina Legale del policlinico è stato il medico legale Antonina Argo, ma nessun elemento signifatico sarebbe emerso.

Il cadavere, segnalato dal proprietario del terreno ai carabinieri e trasportato ieri a Palermo, viene infatti definito "degradato" e "devastato", uno stato che non ha permesso di fare venire a galla nulla di significativo. Di certo c'è che l'uomo ucciso, il cui corpo è stato dato alle fiamme, non è stato raggiunto da alcun colpo di pistola, ma qualcuno l'ha voluto "punire" tagliandogli le mani, forse, per vendicare un torto subìto.

Le cause del decesso restano quindi ancora da chiarire. L'uomo, la cui identità è da accertare, sarebbe però stato avvolto dalle fiame dopo essere stato ucciso: secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri, infatti, il cadavere è stato posizionato su due copertoni d'auto per permettere al fuoco di diffondersi.

Sarà l'esame del Dna a fornire le risposte più importanti: l'esame è in mano ai carabinieri del Ris di Messina, che ha già avviato l'iter per ottenere quanto prima i risultati e dare un nome e cognome a quel corpo divorato dalle fiamme e reso irriconoscibile.

Le indagini dei militari dell'Arma, coordinati dalla Procura di Termini Imerese, si muovono sulle ultime persone scomparse nella zona di Misilmeri. In particolare, sarebbe una denuncia di scomparsa dello scorso 26 giugno a concentrare l'attenzione su Massimiliano Milazzo, un ragazzo di 25 anni pregiudicato per furto, originario di Villabate.

da Live Sicilia

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

2 Commenti

  1. mario

    Se il giudice anzichè rimetterlo a piede libero dopo essere stato preso per futi,lo avesse condannato a 2 anni di reclusione, oggi propalbimente potrebbe essere ancora vivo. Riforma della giustizia,Responsabilità civile dei giudici questo è quello che ha bisogno l'Italia non la condanna per Berlusconi a 6 anni per i festini e i bunga bunga.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Lascia una risposta a Alessandro Franco Cancella risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati