Banner Top POST

Paese invaso da topi e scarafaggi, quando la disinfestazione?

Come gli altri anni nessun intervento preventivo

Paese invaso da topi e scarafaggi, quando la disinfestazione?

Riceviamo molte segnalazioni, come ogni anno di questi tempi, relative alla massiccia presenza sul nostro territorio di blatte e topi, non è davvero possibile riuscire ad anticipare gli  interventi di disinfestazione per evitare il ripetersi di questo problema?
Stella Matranga è una delle più esasperate:
“Volevo sapere quando si ha intenzione di fare una benedetta disinfestazione per topi e scarafaggi dato che c’è una vera invasione. Siamo a luglio, 40 gradi all’ombra e ancora niente, questi interventi vanno fatti prima dell’arrivo del caldo. Io ho una fobia tremenda, ed ogni sera tornare a casa per me significa avere il cuore che va a mille, seguito da pianti isterici quando ne vedo uno. Prima che do fuoco al mio quartiere si può disinfestare il paese come fanno negli altri paesi civili? Anche questi animali portano malattie non sarà il covid certo, ma solo questo dovrebbe far pensare… Il prossimo che viene per il voto mi deve mettere per iscritto che farà regolare disinfestazione altrimenti si attacca al tram”.
Francesca invece ci dice: “è diventato impossibile passeggiare il cane nei pressi dell’attività commerciale vicina la scuola Traina, c’è un tombino da cui escono una quantità incredibile di scarafaggi”.
Vincenzo invece ci segnala che nella zona di San Francesco “ci sono più topi che persone”.
Non è migliore la situazione su Portella di Mare, dove ieri sera finita la messa è stato individuato un topo indisturbato attraversare via Nazionale.
Ci auguriamo che anche se tardivamente possano essere prese delle contromisure a questo annoso problema.

Mi Piace(24)Non Mi Piace(2)

1 Commento

  1. Francy

    Ci vorrebbe una disinfestazione profonda in ogni "gnuni" di Misilmeri (non solo nelle vie principali) prima del tempo in cui si schiudono le uova che permetteranno il miracolo di moltiplicazione degli insetti e poi l'invasione degli stessi "sprucchiati".
    Lavoro a metà, anzi a tre quarti, equivale a resa minima.
    Succede poi che Insetti&Topi sopravvissuti di Corso Vittorio Emanuele e Viale Europa si fanno la valigia e vanno a piantare le tende nelle zone indisturbate del paese.
    Per chi non va in vacanza l'estate qui è un inferno. Non ci si può tranquillamente godere il fresco della sera in balcone. Bisogna stare con le imposte chiuse per precludere l'accesso da esterno a ospiti indesiderati. All'interno gli schifosi sanno per quali vie risalire dalle fogne costringendo i leggittimi inquilini a risolvere con tecniche sempre più sofisticate il mistero delle loro visite in una casa pulita a dovere.
    Non volendo sminuire il lavoro di nessuno obiettivamente osserviamo che chiunque si ritrovi ad amministrare il bene comune ha parecchie rogne non facili da risolvere. D'altra parte chi si fa avanti con coraggio (e non solo!...) sa già a cosa va incontro, o no?
    E questo è uno di quei disagi che merita di essere attenzionato visto che si ripropone puntualmente ogni anno e puntualmente viene trattato alla leggera.
    Ad majora!

    Mi Piace(7)Non Mi Piace(2)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati