Banner Top POST

“Restiamo a casa… tutti… in Coro!”. Gli auguri pasquali degli studenti della “Guastella”

Da un’idea della preside La Tona realizzata dai proff. La Blasca e Treppiedi

Impresa bella, ardua ma suggestiva, affascinante ma particolarmente impegnativa, sia per gli alunni coristi che per i Proff. Gianni La Blasca e Antonino Treppiedi, i quali su indicazione della nostra Dirigente Scolastica, prof.ssa Rita La Tona, hanno dato vita  in modo del tutto “peculiare” ad una sfidante attività di avvicinamento: il  Coro a distanza!

Ai nostri alunni sono state distribuite circa 30 tracce, che ciascuno di loro ha sviluppato e registrato dalla propria casa e che successivamente sono state assemblate montate e rielaborate insieme.

Abbiamo assemblato voci e cuore…arrivando a casa dei nostri  giovani e appassionati  coristi!

Il risultato finale è emozionante ed inaspettato: un potente messaggio di speranza e di condivisione che abbatte tutte le distanze, fisiche e mentali e offre conforto e consolazione in un tempo di smarrimento come l’attuale. Se cantare in coro in presenza fa bene e aiuta a socializzare, cantare a distanza offre occasioni nuove per sentirsi ancora più vicini.

Le nostre “grandi anime”, abituate a ritrovarsi per unire le loro voci in meravigliose melodie, hanno trasformato un’apparente immobilità in movimento dell’anima, il silenzio in armonia ineccepibile. In un tempo sospeso, fra distanze ed isolamento, nelle abitazioni private, luoghi che si evolvono da microcosmi a macrocosmi, ci si è inventati un nuovo modo per continuare a cantare insieme, anche se in modalità “asincrona”.

In questa esecuzione vocale ritroviamo la convinta motivazione dei docenti, la pura energia dei nostri adolescenti, la positività e la freschezza di vite aperte e proiettate al futuro, la fiducia e la speranza in un mondo migliore, diverso, più umano e solidale; nei nostri adolescenti si riflette anche l’attuale sentire degli adulti: la paura, l’insicurezza ma anche la consapevolezza della nostra forza e delle nostre potenzialità. Questa “nuova avventura” ha reso più bella la vita e piene le giornate, ci ha  invitato alla solidarietà, alla compartecipazione, alla pacifica convivenza e perché no, anche alla resistenza contro il male.

Questa esperienza si può definire come il “coro che non c’è”, una “piccola iniziativa” ma dal grande significato. I nostri coristi? Un unico grande cuore ed una grandissima voce, che ci fanno  sentire più ottimisti in questo strano e complicato periodo. Ancora di più oggi siamo convinti che cantare in coro fa bene, che la musica dà felicità anche in tempi infelici ed è a una sicura terapia per il corpo e per lo spirito.

In questi giorni di stasi imposta, di isolamento e lontananza, rinnovando l’invito a restare in casa, il Coro Polifonico della Scuola Guastella ha inteso dare uno speciale contributo alla rinascita della nostra amata Italia! Essere vicini, seppur distanti! Ne siamo profondamente convinti…. Torneremo presto a cantare, nello stesso luogo, insieme, ma dal vivo ed in presenza! Perché… ne siamo sicuri! ” #andrà tutto bene!”

Allora….. “Restiamo a casa…tutti…in Coro! Buona Pasqua!” Dalla grande famiglia Guastella!

Mi Piace(7)Non Mi Piace(1)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati