Banner Top POST

Rubrica Storie da Coronavirus: La Nova Tessile

Da azienda di produzione tessile a azienda produttrice di mascherine

Rubrica Storie da Coronavirus:  La Nova Tessile

Vi raccontiamo oggi la seconda  storia della rubrica “storie da coronavirus”, dedicata a tutti i misilmeresi impegnati in prima fila nella guerra contro il virus.

Tanti di voi conosceranno la ditta Nova Tessile, molti la conoscono semplicemente come la ditta di Norina Di Gregorio e di suo marito Saro, titolari da tanti anni di una bella ditta a conduzione familiare che si occupava di forniture per comunità e per lavanderie, di ricami e oggetti di souvenir.

Non appena è scoppiato il caos Coronavirus, la Nova Tessile come tanti altri imprenditori si è ritrovata ferma, bloccata nella produzione e nella vendita, hanno però da subito deciso di ingegnarsi per poter sfruttare le loro competenze e le loro conoscenze per aiutare al meglio la loro comunità.

Come? Con la produzione di mascherine facciali !

Ne hanno regalate più di 5.000 usando fondi propri, non chiedendo a nessuno un euro in cambio.

 

Norina come è nata questa idea ?

“L’idea nasce dalla voglia di fare qualcosa per la comunità. Sentendo da più parti la carenza di mascherine abbiamo pensato che la cosa più affine alla nostra attività era proprio la produzione di queste ultime”.

Prima di regalarle che iter avete seguito per farvi autorizzare ?

“Prima di produrle ci siamo confrontati con un amico che lavora in un noto ospedale di Palermo il quale ci ha messo in contatto con la protezione civile regionale. Il nostro amico ci ha suggerito da subito il materiale da utilizzare sconsigliandoci categoricamente di utilizzare stoffa assorbente tipo cotone. Dopo aver prodotto alcuni prototipi, sempre tramite protezione civile, li abbiamo fatti controllare al referente dell’ospedale Civico di Palermo e da qui le indicazioni per produrre una mascherina di tipo chirurgico”.

Che caratteristica ha quindi la vostra mascherina ?

“La nostra mascherina NON è un DPI  (dispositivo di protezione individuale), ma è assimilabile ad una mascherina chirurgica semplice. Se una persona, inconsapevolmente,  dovesse essere positivo al virus  indossando questa mascherina diminuirebbe la propagazione delle goccioline attraverso le quali  si diffonde. Non protegge  dal flusso in entrata perché appunto non ha potere filtrante ma idrorepellente e non impermeabile.  Queste sono le parole del nostro amico Rosario Lombardo, operatore sanitario, che ci ricorda continuamente queste cose. Rosario sottolinea, ancora, che indossare le mascherine non  deve farci aumentare il senso di protezione e che quindi le regole rimangono le stesse: rimanere a casa ed uscire solo per necessità seguendo una rigida igiene delle mani e la distanza tra le persone.

Inoltre aggiungo che la produzione di mascherine fai da te e con materiale assorbente tra i più fantasiosi, non solo non servono a niente ma aumentano il rischio che diventino un terreno di coltura per il virus. Meglio non indossare niente e mantenere le distanze.

Il cotone o altro materiale dopo pochi minuti assorbe l’umidità del respiro quindi immaginate un soggetto asintomatico e inconsapevole si ritroverebbe ad essere il veicolo dell’infezione in tutto il paese andando semplicemente a fare la spesa”.

 

A chi avete regalato le vostre mascherine ?

 “Intanto le abbiamo regalate alle istituzioni misilmeresi, ai Carabinieri, ai vigili urbani, agli uffici comunali, ai dipendenti Coinres, all’Asp, alle attività commerciali fino ai singoli cittadini, poi anche fuori dai confini misilmeresi, a vari Enti, anche a Comuni limitrofi”

 

Avete fatto un gesto bellissimo, qualcuno vi ha aiutato ? c’è qualcuno che volete ringraziare?

“Fin da subito c’è stato vicino il consiglio comunale, a loro va un nostro ringraziamento particolare per il sostegno che ci hanno dato, poi dobbiamo naturalmente ringraziare Antonello Ingrassia, Giovanni Ippolito e Piero Ocello per l’aiuto che ci hanno dato nella distribuzione delle mascherine”.

 

Vuoi fare un invito finale, un appello ?

“Si, voglio invitare tutti i medici e gli operatori sanitari misilmeresi a contattarci, al numero 0918723535 sarà nostra cura farvi avere presso il vostro studio medico o la vostra abitazione le nostre mascherine facciali, gratuitamente naturalmente”.

Mi Piace(34)Non Mi Piace(3)

1 Commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati