Banner Top POST

Vincenza Folgheretti, tra sfida e passione!

E’ un’enologa di successo, oggi raccontiamo la sua esperienza

Vincenza Folgheretti, tra sfida e passione!

Ancora una volta raccontiamo l’esperienza di una misilmerese di successo, che lontana dai nostri confini si è professionalmente affermata, diventando un esempio per le donne del settore.

Proprio in questi giorni si è conclusa la 51esima edizione del Vinitaly, la più importante fiera internazionale del vino italiano che ogni anno si svolge a Verona ed è proprio di vino che parleremo, o meglio, di chi il vino lo fa.

Lei è Vincenza Folgheretti, enologa, libera professionista, di trentasette anni che vive e lavora in Toscana, una delle regioni viticole più conosciute al mondo.

Si è distinta negli anni per essere riuscita ad emergere in un mondo tradizionalmente governato da uomini. Dai dati Assoenologi, l’associazione di categoria degli Enologi ed Enotecnici Italiani di cui Vincenza fa parte, risulta infatti che su 4500 tecnici, tra enologi ed enotecnici che lavorano attivamente nel settore, solo il 6% sono donne.

La sua esperienza va oltre i confini nazionali. Ha lavorato in Nuova Zelanda e tiene rapporti con colleghi sparsi in tutto il mondo, con i quali ama costantemente confrontarsi. Il confronto e l’esperienza sono aspetti fondamentali nel suo lavoro.

Collabora inoltre con l’Università di Pisa e Firenze tenendo dei seminari di formazione per gli studenti ed è uno dei membri del Comitato Regionale Toscana dell’Assoenologi.

Fa parte anche de “Le Donne del Vino”, associazione che si prodiga a mettere in risalto e sottolineare il valore professionale della donna.

Siamo venuti a conoscenza che, proprio in occasione del Vinitaly, è stato presentato il libro “Le Donne del Vino della Toscana” nel quale la nostra Vincenza è una delle protagoniste, raccontando quanto sia difficile raggiungere determinati traguardi, ma che con passione e tenacia, tutto è possibile.

Quest’anno è stata inoltre una delle protagoniste della Prima Festa Nazionale delle Donne del Vino tenutasi il 4 Marzo, manifestazione che ha avuto eco su giornali e tv regionali, della quale ha anche parlato la celebre trasmissione di enogastronomia che va in onda sulla RAI, “Eat parade”

Vincenza nei giorni precedenti al Vinitaly, è stata chiamata inoltre a partecipare, in veste di giudice, a due importanti concorsi internazionali: il  “Premio enologico internazionale “5 Stars Wine -The book”, tenutosi a Verona dal 31 Marzo al 2 Aprile, e il “Concours Mondial des Vins Feminalise”, tenutosi in Borgogna il 6 Aprile scorso.

La nostra brava enologa, in mezzo a tanti impegni, non trascura naturalmente le aziende che segue professionalmente, con le quali sta ottenendo dei grandi risultati. Tra tutti, insieme alla Fattoria di Statiano, sta lavorando sullo sviluppo di una nuova denominazione, l’IGP Montecastelli, puntando su un vino di alta qualità ma che rispecchi le caratteristiche del territorio. I primi risultati sono già arrivati con l’ottenimento della medaglia d’argento ad un concorso internazionale.

Il rispetto è il suo punto di forza. I suoi vini parlano del territorio e dell’ambiente in cui sono nati, ognuno con la proprie caratteristiche e con la propria personalità, con quel tocco di eleganza in più tipica di una donna

Dalla prossima vendemmia, partirà un altro importante progetto di nicchia che guiderà in prima persona in collaborazione con un altro collega. Si misurerà con un nuovo prodotto, lontano da ogni schema convenzionale.

Una grande sfida, che siamo sicuri vedrà ancora una volta il successo di Vincenza.

Mi Piace(17)Non Mi Piace(0)

1 Commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati