Banner Top POST

Notturni d’Autore: “Tempesta ed altre storie”, dialogo sulle migrazioni di ieri e di oggi

Serata conclusiva della rassegna letteraria itinerante

Notturni d’Autore: “Tempesta ed altre storie”, dialogo sulle migrazioni di ieri e di oggi

La rassegna letteraria itinerante Notturni d’autore 2019 si conclude a Misilmeri  il 27 settembre alle 21 nell’atrio del Palazzetto della Cultura con un incontro dal titolo evocativo “Tempesta e altre storie”, un dialogo a più voci su tutte le migrazioni, di ieri e di oggi, che prende le mosse da due libri, Tempesta di Davide Camarrone e La spartenza di Tommaso Bordonaro, celebre diario di un emigrante siciliano.

Davide Camarrone – giornalista Rai, autore di numerosi romanzi, reportage letterari e altri testi, direttore artistico del Festival delle Letterature migranti – e Santo Lombino – insegnante di storia e filosofia, autore di vari testi, direttore del Museo delle Spartenze e autore della prefazione del libro di Bordonaro (Navarra Editore) – ragioneranno sulla mobilità spaziale, fondamento di ogni attività umana. Perché parlare o scrivere di migrazioni non significa solo comunicare concetti, ma trasmettere gioie e dolori, certezze e paure dell’altro e riconoscervi se stessi, condividere e dialogare.

Notturni d’autore, giunta ormai alla sua quarta edizione, ha puntato quest’anno sul rapporto controverso tra le radici e la necessità di mobilità anche forzata. Sette gli appuntamenti con l’autore in altrettanti luoghi, scelti per l’accessibilità a tutti ma anche per la loro bellezza potenziale e per la loro decrepitezza attuale, “perché crediamo – dicono gli ideatori e organizzatori, le giornaliste Antonella Folgheretti e Giusy La Piana e l’architetto e fumettista Giuseppe Lo Bocchiaro – che scendere in piazza, in un territorio di frontiera come il nostro, serva anche a riappropriarci degli spazi abbandonati, violentati, dimenticati dagli altri, perché è già successo che altri spazi, dopo le edizioni precedenti, siano stati riscoperti da altre associazioni per nuove iniziative ed è così che deve essere.” L’accessibilità “per non lasciare indietro nessuno, soprattutto per ciò che riguarda la fruizione della cultura”, ma pure il sostegno alla campagna “Posto occupato” in difesa delle donne vittime di violenza e, nell’ultimo appuntamento, la condivisione del progetto “La mela di Aism”, la raccolta fondi per la ricerca sulla sclerosi multipla. “Gli spazi per la cultura non mancano se è alla cultura che vuoi dare spazio”, è il leit motiv della rassegna.

Una rassegna che si è aperta con un docufilm del giornalista di Repubblica Lucio Luca sugli indipendentismi, i separatismi, l’Europa unita, dipanandosi tra temi controversi. L’impegno al di là delle barriere fisiche ed architettoniche, ma soprattutto culturali, al centro dell’incontro con il blogger e scrittore Giovanni Cupidi (recentemente insignito a Milano del “Premiolino-BMW SpecialMente” dedicato all’inclusione sociale) e la giornalista Veronica Femminino, che hanno presentato il loro libro, Noi siamo immortali. La cultura siciliana dei “cuntastorie”, invece, è stata protagonista dell’appuntamento con il regista teatrale Vincenzo La Lia e il suo libro “Assiettati cà tu cunto”. Un tuffo  nelle radici locali, invece, quello dell’incontro con Angelo Gambino e col suo libro ““Graffiti di ombre. Portella della memoria”. Il dibattito sulle radici storiche della mafia e la testimonianza sul coraggio degli uomini che la sfidarono  ha animato l’incontro con lo scrittore e giornalista Salvo Toscano  e il suo “Joe Petrosino. Il mistero del cadavere nel barile”.La Rivolta del Sette e Mezzo al centro del penultimo incontro.

Gli incontri di libri e di autori sono svolti in collaborazione con la libreria Tantestorie di Palermo e con il patrocinio del Comune di Misilmeri, dell’Associazione Medici di Misilmeri (che, come ogni anno, ha acquistato copie dei libri presentati per regalarli alle locali biblioteche scolastiche e alla biblioteca comunale) e del Museo delle Spartenze di Villafrati, luogo che racconta le migrazioni.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati