Banner Top POST

Cadavere carbonizzato: Indagati due misilmeresi

Sono Settimo e Pasquale Merendino

  •  
  •  
  •  

La procura di Termini Imerese ha iscritto nel registro degli indagati due fratelli con l'accusa di aver ucciso e in seguito trasportato nel luogo del ritrovamento, l'individuo, di cui ad oggi, non si conoscono ancora le generalità.
Gli indagati Settimo Merendino di 25 anni e Pasquale di 32 anni sono accusati di omicidio e distruzione di cadavere. I carabinieri di Misilmeri coordinati dal PM della Procura di Termini Imerese Antonia Pavan e dal Procuratore Capo Alfredo Morvillo hanno sequestrato un casolare che si trova nella zona in cui è stato ritrovato il cadavere e le auto dei due giovani.
Sono stati incaricati gli uomini del Ris di Messina per fornire gli elementi che permetteranno di far luce sull'accaduto.
Si attende ancora l'esame sul DNA del corpo carbonizzato, anche se, giorni fa sono stati prelevati alcuni campioni di tessuto dal corpo ed alcune tracce dall'abitazione di Massimiliano Milazzo, un ragazzo di 25 anni, originario di Villabate, la cui scomparsa era stata denunciata dalla moglie lo scorso 26 giugno.
Ad oggi quella di Milazzo è una delle ipotesi privilegiate dagli investigatori. Milazzo, pregiudicato per piccoli furti, potrebbe essere finito nel mirino di qualcuno che voleva fargliela pagare. Al punto che il cadavere è stato definito "degradato e devastato" dal medico legale Antonina Argo, che l'indomani del ritrovamento ha effettuato l'autopsia presso l'Istituto di Medicina Legale del Policlinico.
L'esame non portò a nulla, se non alla conferma di un omicidio orribile e a una dinamica mirata alla distruzione del corpo. Anche se il corpo non riportava nessuna traccia di ferite da arma da fuoco.
Milazzo è padre di tre figli, tra cui una bambina di otto mesi.

Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)

17 Commenti

  1. piero ocello

    assurdo dare alla mercè dell opinione publica nomi cognomi date di nascita di due persone sulle quali si sta ancora indagando su base di labilissimi indizzi,nella fervida speranza che queste persone nulla abbiano a che spartire con questo orrendo delitto,chi di dovere non si rende conto che qualunque sia l esito ell indagine queste persone giovanissime sono state marchiate per sempre!non sarebbe stato più opportuno omettere nonmi e quantaltro visto che ancora non sono nemmeno accusati formalmente.dove sta il diritto dell individuo di non essere "anche se solo formalmente"di essere cosiderato o (dichiarato)colpevole come sempre in ITALIA la giustizia usa due pesi e due misure.assurdo.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  2. Maria Concetta Schimmenti

    E' da dire che chiunque sia stato è una belva che passeggia per le vie del nostro paese.Forse offendo le belve definendoli tali. Scusate, a Misilmeri la mafia non esiste, quindi non ci sono belve.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  3. bastianocontrario

    Ma come farà quella mamma a raccontare ai tre figli quando cresceranno, cosa è successo a loro padre? E come reagiranno quei bambini quando sapranno e comprenderanno che attraverso lo scempio consumato nel corpo del proprio padre si è offesa l'intera umanità?

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  4. mariopiu

    IO DICO SOLO UNA COSA!!! CHE QUESTE COSE NON DOVESSERO SUCCEDERE, PRIMO CHE SOLO DIO PUO TOGLIERE LA VITA, SECONTO,IO NON DO COLPA A NESSUNO, NE TANTOMENTO, AI NOMI ELENCATI, SU TUTTI I GIORNALI, MA, IO SE SAREI UN GIUDICE, CI PENSEREI 10 VOLTE PRIMA DI INCOLPARE, E DI CONDANNARE QULCUNO, PERCIO' SE ANNO, PUBLICATO I NOMI, SI VEDE, CHE QUALCOSA CI SARA' E DI FARE CAPIRE AL MONDO INTERO, E TUTTI I GENITORI, CHE ABBIANO DEI FIGLI, CHE VIVONO, IN MEZZO ALLA STRADA HO BUONI, HO CATTIVI, CHE ESISTE GENTE, CHE NON E DIO E CHE PUO' TOGLIERE LA VITA AD UN UN SUO SIMILE QUINDI IO DIREI, CHE A PREOCUPARSI,SONO I GENITORI DEL DEFUNTO CHE PER TUTTA LA VITA AVRANNO IL SOLITO INQUBO, E NON E GIUSTO QUALSIASI COSA ABBIAFATTO NON SI PUO' MORIRE COSI PERCHE ANCHE MASSIMO MILAZZO ERA PADRE, LA MAMMA COSA POTRA RACCONTARE AI SUOI FIGLI, CHE GLI DIRANNO CHE FINE ABBIA FATTO SUO PADRE, FINIAMOLA, CHE IL MONDO E FINITO E LO SAPPIAMO TUTTI CHE E FINITO DA UN BEL PEZZO

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  5. Max

    La gente è proprio strana...quando vengono pubblicati degli articoli senza fare nome e cognome subito si scatena un putiferio per sapere i colpevoli. Invece quando si pubblicano le generalita , bisogna stare attenti alla privacy. Ma chi capisce e bravo!!!

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
    1. piero ocello

      caro max qua non si tratta solo di privacy ma bensi di dare in pasto all opinione publica persone che ancora formalmente non sono state incriminate per detto delitto le forze dell ordine stanno indagando in questa e sicuramente in altre direzioni,quindi perchè accaninirsi in modo cosi brutale solo in questa direzione?ecco da cosa nasce lo sconcerto anche perchè come io mi auguro che queste persone siano assolutamente estranei a questo orrendo delitto,avranno tutto il diritto di chiedere un cospicuo risarcimento danni che pageremo noi cittadini visto che in italia malgrado un referendum plebiscitario ha approvato la responzabilità civile dei magistrati che con la forza della loro casta ha fatto subito decadere.ecco il senso del mio commento perchè prima di additare qualcuno e rovinargli l esistenza bisogna quantomeno avere delle certezze e al momento mi pare non ci siano in quanto queste persone fortunatamente godono della loro libertà.

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
  6. andrea

    chiunque sia stato deve dare conto e ragione a dio , nessun avvocato dorebbe dire cosa di bene su di voi ma una condanna x tutta la vita .

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  7. Giusto Lo Franco

    @Maria Concetta Schimmenti Complimenti la cosa più sensata l'hai scritta tu...in effetti gli animali non hanno alcuna colpa...e poi a Misilmeri la mafia non esiste, ci sono invece tante brave persone che non solo uccidono i loro simili, con efferatezza, accanendosi su di un corpo martoriato bruciandolo anche...inoltre va ricordato che questi signori non si sono curati del fatto che nella circostanza vi sono dei bambini che non hanno nessuna colpa e cresceranno senza la presenza del loro genitore...che dire di più...gli autori di questo fatto criminoso dovrebbero fare la fine di quel poveretto, senza se e senza ma...forse solo allora i loro parenti capirebbero il significato della parola omicidio...buona domenica...

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
    1. piero ocello

      forse non hai letto il mio primo commento dove ho definito questo delitto orrendo e penso non possa esserci aggettivo più appropiato per definirlo,anche perchè sappi che anche i figli di chi viene incarcerato ingiustamente crescono senza genitore e subiscono anche loro una pena che non gli compete.

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
    2. Andrea

      Signor Ocello i suoi commenti sono surreali e viene da chiedersi LEI come fa ad asserire che sono "labilissimi " indizi, chi glielo dice che non sono accusati formalmente, Chieda dove sta il diritto degli altri, Chi doveva omettere i nomi MIsilmeri Blog ? Ha solo riportato un diritto-dovere di cronaca locale che tutta Italia conosce. La sua sensibilità nei confronti di chi " ha ucciso" é sconcertante e lo riconferma quando asserisce "chi viene incarcerato ingiustamente" e ci si chiede ..se sia LEI ha stabilire chi viene detenuto ingiustamente, pensi anche a coloro che vengono uccise ingiustamente, non so la sua esperienza di vita e tantomeno mi interessa sapere ma sappi che tutti i delitti sono orrendi non solo questo o quello. Riguardo i figli....subiscono le azioni dei genitori, purtroppo se li portano per tutta la vita ed é per questo che devono essere esempi positivi ed avere un metro di giudizio dignitoso a 360°.

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
    3. piero ocello

      caro giusto lo franco queste tue affermazioni non meriterebbero alcun commento perchè gravissime,in un paese civile nessuno puo augurare la morte di un qualsiasi altro individuo anche se questo è un efferato criminale.ma una severissima condanna certa assolutamente si!!!!non si vuole difendere nessuno ma nessun uomo si puo permettere di togliere la vita ad un altro uomo.questa si chiama civiltà,cio che tu citi è vendetta,e non fa parte della nostra cultura!!!!!!!!!!!!!

      Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
      Rispondi
  8. Giusto Lo Franco

    @Piero Ocello Non hai scritto nemmeno una riga per quel ragazzo ucciso...per un attimo prova a riflettere e pensa il motivo per la quale gli inquirenti hanno indagato i due giovani da te descritti...evidentemente avranno le loro buone ragioni...non ti scandalizzare per cosi poco...la giustizia fare il suo decorso...la cosa che non va invece caro Piero è il fatto che quelle tre innocenti creature cresceranno senza l'amore e l'affetto di un padre e credimi non è una buona cosa, a prescindere se le persone indagate siano colpevoli o meno...nessuno può togliere la vita ad un suo simile...quello spetta solamente a DIO Onnipotente...

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  9. DANIELE LO PINTO

    IL 5° COMANDAMENTO DICE: NON UCCIDERE !!! Il comandamento non uccidere sta scritto oltre che nelle tavole di pietra anche nel cuore degli uomini ma sta di fatto, che nel cuore dell’uomo è successo qualcosa di tremendo e di pauroso, perché la storia umana è una sequenza infinita di uccisioni fisiche, morali spirituali. Sta di fatto che rotto l’equilibrio con Dio, rifiutata la Sua paternità, nel cuore dell’uomo è scoppiata la violenza. Dio ha detto a Caino e dice a ciascuno di noi: "il peccato è accovacciato alla tua porta; verso di te è il suo istinto, ma tu dominalo!" (Gen 4,7).

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi
  10. piero ocello

    ad andrea.il fatto stesso che ti nascondi dietro un link la dice lunga nell assumerti le responzabilità dei tuoi commenti il fatto che gli indizi siano più o meno labili è dimostrato dallo stato di libertà di cui ancora godono queste persone indagate.non ho affatto criticato i ragazzi di misilmeri blog ma solo chi incautamente ha additato queste o altre persone senza prove concrete.non ho il potere ne tantomeno la presunzione di stabilire chi viene privato della libertà ingiustamente.se c è qualcosa di disarmante è certamente la tua supeficialità sinonimo d ignoranza e presunzione nel non voler sapere con chi si interloquisce,non devi essere tu ad insegnarmi nulla su quanto sia orrendo qualsiasi tipo di delitto o violenza,vivendo la vita ti accorgerai di quante c...... scrivi.

    Mi Piace(0)Non Mi Piace(0)
    Rispondi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emyr Stampa
Emyr Stampa

Articoli Consigliati